Rassegna storica del Risorgimento 2017 – nuova veste grafica

10 Lug 2018 IN USCITA IL FASCICOLO II LUGLIO/DICEMBRE 2017 NUOVA VESTE GRAFICA

Cari Lettori,

dopo più di cento anni la Rassegna cambia veste e cerca di rinnovare i suoi contenuti. Certamente qualcuno troverà troppo radicale il cambiamento grafico. È doveroso da parte mia rendervi noto che esso è stato adottato dopo un attento e partecipato confronto con tutti i colleghi del Coordinamento scientifico nominato un anno fa dal Commissario straordinario dell’Istituto, dott. Francesco Paolo Tronca, che ha voluto affidarmene la direzione. Ho parlato di confronto: in realtà dalle riunioni del Coordinamento convocate appunto per discutere il progetto della nuova Rassegna con spirito del tutto fattivo è emersa con chiarezza l’esigenza, da tutti condivisa, di una significativa innovazione grafica volta ad accrescere l’impatto anche visivo della rivista. Ciò ha fatto sì che la proposta avanzata da me e dal dott. Marco Pizzo, vice-direttore del Museo centrale del Risorgimento, fosse approvata nella sua interezza. E vale qui la pena di ricordare il valido contributo offerto alla realizzazione del progetto dal nuovo editore della Rassegna, la Rubbettino di Soveria Mannelli, che qui colgo l’occasione per ringraziare della continua assistenza fornitaci non solo nella fase realizzativa. Con l’occasione, si è anche pensato di corredare i testi con illustrazioni tratte dal ricco patrimonio iconografico conservato nel nostro archivio. Noi tutti ci auguriamo che da parte dei nostri Soci possa venirci un ampio consenso all’iniziativa presa. Certo, la sostituzione della vecchia e ormai classica copertina gialla – introdotta del resto soltanto molti anni dopo la fondazione della Rassegna – susciterà in alcuni di voi un moto di nostalgia e forse di rimpianto. Voglio assicurare che nel procedere al cambiamento siamo stati guidati soprattutto dal desiderio di veder confermati alla nostra pubblicazione il gradimento e l’autorevolezza di cui gode presso i suoi lettori sin dal 1913, e che nel perseguire tale obiettivo abbiamo ritenuto opportuno assegnare una priorità alla veste grafica in funzione sia di una presentazione più moderna che di una migliore leggibilità. Va da sé che si è avvertito il bisogno di assegnare un’importanza anche maggiore al discorso qualitativo sul quale veglieremo in modo tale da garantire il raggiungimento di uno standard che sia all’altezza del nostro passato.
Con sincera amicizia

Giuseppe Monsagrati
Coordinatore scientifico dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano


Vous aimerez aussi...

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.